Danubio dolce con marmellata

Il danubio è un dolce simile al pane che può essere farcito come meglio si preferisce. Anche se viene spesso associato alla tradizione partenopea, è molto probabilmente un dolce di origine austriaca, fatto di palline lievitate e spesso ripiene. Il suo impasto poco dolce può essere facilmente modificato in base ai gusti e alle preferenze di ciascuno!

Tempo di preparazione: 30 minuti + 2 ore e mezza di lievitazione + 30 min di cottura – Difficoltà: media

Ingredienti per una tortiera da 26″:
600 g di farina 00 (tenetene altra a portata di mano se occorre);
230 ml di latte;
50 g di burro;
1/2 bicchiere d’acqua;
30 g di zucchero semolato;
1/2 bustina di lievito di birra secco;
1 cucchiaino raso di sale;
1 uovo + 1 per spennellare;
200 g di marmellata a piacere (ho usato quella di more);
Scorza di limone;

Preparazione:
Per preparare il danubio ho utilizzato una planetaria, ma potete impastarlo a mano se non ne avete una.
Per prima cosa, sciogliete il lievito secco in mezzo bicchiere scarso di acqua tiepida.
Nel vaso della planetaria, o in una ciotola capiente, versate la farina setacciata, la scorza di limone e lo zucchero, e miscelateli con la pala a forma di foglia, oppure con una frusta a mano se state lavorando senza la planetaria.
Aggiungete un po’ alla volta il latte a temperatura ambiente, il sale, l’uovo e il burro ammorbidito (fate fare un giro in microonde o a bagnomaria per fonderlo senza che diventi troppo caldo). Fate andare la pala finché tutti componenti non si saranno amalgamanti e non comincerà a comporsi un impasto appiccicoso.
Cambiate la pala e mettete il gangio per impastare (se lavorate a mano, smettete di usare la frusta e cominciate a impastare con le mani), e aggiungete il lievito sciolto nell’acqua.
Se l’impasto dovesse risultare troppo morbido e appiccicoso, aggiungete poca farina alla volta, finché non comincerà a staccarsi dai bordi della planetaria e a fare un rumore sonoro restando attaccato al gancio.
Potrebbe occorrere qualche minuto di lavorazione a una velocità sostenuta.
Quando l’impasto risulterà ben incordato, lavoratelo poco con le mani per ottenere una palla omogenea e morbida e ponetela in una ciotola leggermente unta e coperto con della pellicola. Lasciate lievitare in forno spento con la luce accesa per circa due ore, finché non avrà raddoppiato di volume.
Trascorso questo periodo, prendete un po’ di impasto alla volta, lavoratelo leggermente su una spianatoia e formate delle sfere da 30 g l’una, pesatele con una bilancia.
Aprite l’impasto nella mano e versate una cucchiaiata di marmellata al centro, poi ripiegate i lembi di pasta su sé stessi e formate delle palline ben sigillate e ripiene. Non esagerate con la marmellata per evitare incidenti.
Disponetele in una tortiera da 26″ o da 28″, partendo dal bordo più esterno venendo verso l’interno.
Abbiate cura di chiudere molto bene le palline, per evitare che la marmellata non strabordi (un paio delle mie hanno avuto una piccola fuoriuscita!).
Quando avrete ultimato l’impasto, coprite nuovamente con pellicola e rimettete in forno spento per altri 30 minuti a lievitare di nuovo.
A questo punto, estraete il dolce, spennelate la superficie con un uovo leggermente diluito con poco latte e fate cuocere a 180° per 30 minuti, finché la superficie non avrà un bel colorito dorato. Lasciate intiepidire, prima di servirlo ed estrarlo dalla tortiera.
Ciascun ospite potrà servirsi predendo una pallina!

Seguiteci sulla nostra pagina Facebook! http://www.facebook.com/tagliatelleacolazione/

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...