Barchette di patate dolci e speck

Le patate dolci sono un alimento che si è ormai diffuso nella maggior parte dei supermercati, in particolare quelle arancioni che sono davvero molto scenografiche da portare in tavola. Tuttavia, sebbene diffuse, non sono quasi mai consumate, forse perché il loro sapore dolce non è sempre abbinabile facilmente.
Ricordo infatti che sin da bambina le ho sempre mangiate quasi come un dolce, mia nonna le cuoceva in forno per poi offrirle come finepasto e all’epoca si trovavano solo le patate dolci dalla polpa bianca.
Ma oggi ve le proponiamo in una versione salata davvero molto golosa, per un secondo piatto eccezionale!

Seguiteci sia su Facebook! Tagliatelle a Colazione che su Instagram! tac_tagliatelleacolazione

interna barchette

Tempo di preparazione: 1 ora di cottura delle patate + 15 minuti di preparazione + 20 minuti circa di gratinatura – Difficoltà: media

Ingredienti per 4 persone:
4 patate dolci medie;
100-120 g circa di speck tagliato fine;
1 uovo;
60 g circa di parmigiano grattugiato;
Olio d’oliva q.b.;
Noce moscata q.b.;
Sale e pepe

Preparazione:
Lavate accuratamente le patate per rimuovere eventuale terriccio dalla buccia. Tagliatele a metà per la lunghezza, bucherellate la polpa con una forchetta e spennellatele con olio, sale e pepe, inclusa la buccia.
patate da cuocere

 

 

 

 

Avvolgete le patate nell’alluminio e fate cuocere in forno caldo a 200° per circa un’oretta, finché non si ammorbidiscono.
Quando sono ancora calde, prelevate la polpa, facendo attenzione a non rompere la buccia, e mescolatela con parmigiano grattugiato, noce moscata, sale, pepe e un uovo.
Tritate finemente i 3/4 dello speck fino a ottenere un battuto fine. Aggiungetelo alla polpa di patata condita e mescolate bene.
Riempite una sac-a-posche con il ripieno e riempite le bucce. Completate con una fettina di speck e una grattugiata di parmigiano.

 

Completate facendo gratinare le barchette così ottenute in forno statico a 200-220° per 15-20 minuti finché non assumono un bel colorito dorato.
Per assaporarle al meglio di vi consiglio di lasciarle intiepidire una decina di minuti prima di servirle, saranno di sicuro molto apprezzate grazie al contrasto di sapori tra la dolcezza della patata e la sapidità affumicata dello speck!

Seguiteci sia su Facebook! Tagliatelle a Colazione che su Instagram! tac_tagliatelleacolazione

 

 

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...