Orzotto di zucca e zafferano

Sì, avete letto bene, non è un errore di battitura: si chiama proprio orzotto! Ed altro non è che un “risotto” ma a base d’orzo e non di riso. La prima volta che ne ho sentito parlare è stato in un programma di Nigella Lawson, nota conduttrice inglese di programmi di cucina, molti anni fa.
L’idea dell’orzotto è poi rimasta in sospeso a tempo indeterminato finché non mi è venuta voglia di sperimentarlo. Risultato davvero soddisfaciente e diverso dal solito, che vi consiglio vivamente di provare!

Seguiteci sia su Facebook! Tagliatelle a Colazione che su Instagram! tac_tagliatelleacolazione

Interna orzotto

Tempo di preparazione: 15 minuti + 15-20 minuti di cottura – Difficoltà: facile

Ingredienti per 4 persone:
350 g di orzo a cottura veloce;
400 g circa di zucca pulita;
1 bustina di zafferano in polvere;
1,5 lt di brodo vegetale;
30 g circa di formaggio grattugiato (io pecorino);
Burro q.b.;
Olio d’oliva q.b.;
1 scalogno;
1/2 bicchiere di vino bianco;
Sale e pepe

Preparazione:
La preparazione dell’orzotto rimanda in ogni aspetto a quella del più classico risotto, anche se il vantaggio dell’orzo è una migliore tenuta in cottura e un minore rischio di attaccarlo alla pentola, per cui necessita di minori attenzioni.
In una pentola preparate il fondo di cottura con un giro d’olio d’oliva e una noce di burro. Spelate e tritate finemente uno scalogno e fatelo appassire in pentola a fiamma media finché non comincia a diventare trasparente.
Aggiungete la zucca pulita e tagliata a cubetti.
Fate prendere colore per qualche minuto, dopodiché aggiungete 1/2 mestolo di brodo vegetale e coprite. Fate stufare la zucca finché non diventa morbida, occorreranno circa 5-10 minuti.
A parte stemperate la bustina di zafferano con il brodo caldo, in questo modo ogni volta che lo aggiungerete alla preparazione, ne farete assorbire aroma e colore.
Quando la zucca avrà stufato, aggiungete l’orzo e il 1/2 bicchiere di vino bianco. Fate evaporare per qualche minuto l’alcol, mescolando spesso, dopodiché aggiungete brodo un po’ per volta mescolando di tanto in tanto. Come per il riso, vi consiglio di aspettare che il precedente mestolo si sia assorbito, prima di aggiungerne altro.
Proseguite la cottura aggiungendo brodo e mescolando finché l’orzo non si sarà cotto, diventando gonfio, chiaro e morbido.
Spegnete la fiamma e completate mantencando con un pezzetto di burro e un’abbondante manciata di formaggio grattugiato. Io ho usato il pecorino per bilanciare il sapore dolce della zucca, ma potete usare grana padano o parmigiano, o quello che avete a disposizione.
Ultimate salando e pepando a gusto.
Un primo davvero semplice ma elegante, un po’ diverso dal solito!

interna 2 orzotto

Seguiteci sia su Facebook! Tagliatelle a Colazione che su Instagram! tac_tagliatelleacolazione

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...