Coscia di tacchino al miele

il

Vi abbiamo già illustrato quanto il tacchino possa essere versatile in cucina, vi proponiamo quindi un’altra ricetta facile e deliziosa con cui poter esaltare questa carne bianca leggera e poco valorizzata, che ha anche il pregio di avere un ottimo rapporto quantità/prezzo: sarà sufficiente avere un po’ di pazienza e avrete un lucidissimo e gustosissimo cosciotto.
Una menzione particolare la vorremmo fare al nostro apicoltore di fiducia, Borgo del Miele, per i prodotti di ottima qualità e del territorio che incentivano le piccole produzioni locali!

Seguiteci sia su Facebook! Tagliatelle a Colazione che su Instagram! tac_tagliatelleacolazione

Tacchino al miele 1

Tempo di preparazione: 30 minuti + 8 ore di marinatura + 2 ore circa di cottura – Difficoltà: media

Ingredienti per 2-3 persone:
1 cosciotto di tacchino di circa 1 kg;
8 cucchiai colmi di miele (noi abbiamo optato per il millefiori);
2 cucchiai di salsa Worchester;
1/2 limone (succo);
1/2 lt di brodo di carne;
Trito di sedano carote e cipolle;
Burro;
Olio d’oliva;
Sale

Preparazione:
Pulite il cosciotto eliminando eventuali residui di piume, dopodiché mettetelo a marinare per una notte con 4 cucchiai di miele abbondanti, una presa di sale, la salsa Worchester e il succo di limone. Lasciate riposare il tutto in un sacchetto chiuso ermeticamente per tutta la notte.
Prima di cuocerlo, estraetelo dal frigorifero una ventina di minuti prima in modo che vada a temperatura.
In una pentola, fate fondere una noce di burro con un giro d’olio d’oliva e fate imbiondire un abbondante trito di sedano carote e cipolle.
Fate sigillare il cosciotto da tutti i lati nella pentola calda per circa 5 minuti per lato, finché non si dora leggermente all’esterno. Versate quindi la marinata e 250 ml di brodo, fate arrivare al bollore e mettete il tutto il forno caldo a 200°.
Stemperate gli altri 4 cucchiai di miele con una presa di sale e ogni 15-20 minuti ricordatevi di spennellare il vostro cosciotto, in questo modo otterrette quel bell’effetto laccato che lo rende invitante.
Quando il liquido di cottura evaporerà aggiungete brodo al bisogno.
Il tacchino è pronto quando ha formato una bella crosta scura e caramellata circa due ore più tardi.
Estraete la carne e lasciatela riposare per una decina di minuti, dopodiché potrete o tagliarla a fettine e servirla con il suo sugo di cottura per un secondo più sofisticato, oppure sfilacciarla e rimetterla nel sughetto per farcire magari panini, piadini, o quello che preferite, tipo pulled pork, per un secondo più conviviale e goloso.
Un modo davvero delizioso di mangiare il tacchino!

Tacchino al miele 2

Seguiteci sia su Facebook! Tagliatelle a Colazione che su Instagram! tac_tagliatelleacolazione

 

Pubblicità

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...