Rusticani sciroppati al rosmarino

il

Come forse avrete letto, mi sono arrivati 5 kg di rusticani a casa e anche se un’abbondate metà è stata impiegata per la marmellata, ne restavano comunque circa 2 kg che non sapevo come impiegare nel tentativo di creare qualcosa di diverso.
Inizialmente non ero completamente convinta che farli sciroppati sarebbe stata una buona idea, ma ho poi deciso di provare per curiosità. Mi ha anche ispirato il fatto che molti abbinavano i rusticani al rosmarino, nelle marmellate ad esempio, e questa idea così insolita era troppo invitante per non approfittarne! Per cui questa è la mia versione dei rusticani sciroppati!

Seguiteci sia su Facebook! Tagliatelle a Colazione che su Instagram! tac_tagliatelleacolazione

Rusticani sciroppati 2

Tempo di preparazione: 30 minuti circa + 10 minuti per lo sciroppo + tempo di sterilizzazione dei vasetti – Difficoltà: facile

Ingredienti:
1,5 kg di rusticani;
1,5 lt di acqua;
550 g di zucchero;
Rosmarino fresco

Preparazione:
Con queste quantità mi sono usciti 2 vasi grandi da 1 lt, 2 vasetti più piccoli da 300 ml circa, più altri 2 vasetti da 250 ml circa. Sono andata un po’ a tentativi e anche a utilità: i vasetti più piccoli possono essere regalati, in questo modo non si fanno sprechi, mentre quelli più grandi potete conservarli in dispensa e usarli quest’inverno.
Lavate i rusticani in una ciotola capiente con acqua fredda, mi raccomando maneggiateli con cura perché sono frutti delicati. Prediligete i frutti più sodi e meno maturi se possibile, saranno più adatti alla lavorazione. Eliminate quelli ammaccati o rotti.
Nel frattempo mettete a sterilizzare i vasi e i coperchi in una pentola con uno strofinaccio per evitare che urtando tra loro si rompano. Quando comincia il bollore calcolate 30 minuti.
Scolateli con cautela su uno strofinaccio pulito e fateli asciugare capovolti con i loro coperchi.
Preparate lo sciroppo: in una pentola ponete l’acqua, lo zucchero e qualche rametto di rosmarino fresco. Fate sciogliere completamente lo zucchero a fiamma vivace mescolando, dopodiché proseguite la cottura a fiamma media per altri 5-10 minuti. Mi raccomando: non deve caramellizare, ma solo addensarsi leggermente.
Quando lo sciroppo è pronto procedete al riempimento dei barattoli: disponete i rusticani interi, con anche il nocciolo, nei vasetti facendo degli strati e pressandoli leggermente, aggiungete qualche ciuffetto di rosmarino fresco negli spazi liberi.
Colmate quindi lentamente con lo sciroppo caldo e chiudete bene con i tappi. Volendo potete aggiungere una retina da conserva in platica per assicurarvi che siano ben immersi nello sciroppo.
Quando saranno tiepidi potrete pastorizzare il tutto a bagnomaria per circa 30 minuti dalla ripresa del bollore. Non preoccupatevi se nel frattempo qualche frutto si spacca, il calore della pastorizzazione può causare qualche rottura, ma non succede niente.
Lasciateli raffreddare nell’acqua prima di rimuoverli e quando sono pronti controllate che il sottovuoto sia andato a buon fine, se avete i tappi a capsula questa deve essere rientrata verso l’interno.
Prima di consumarli lasciateli a insaporirsi per almeno 1 mesetto in un luogo asciutto e lontano da fonti di calore, nel frattempo potete scrivere un’etichetta con la data di produzione, così da tenere la vostra dispensa sempre in ordine.
Contrariamente alla marmellata, questa preparazione è più pratica in quanto i frutti possono essere usati interi, come per le ciliegie. Credo che quest’inverno saranno molto apprezzati per qualche dessert un po’ diverso dal solito!

Seguiteci sia su Facebook! Tagliatelle a Colazione che su Instagram! tac_tagliatelleacolazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...