Petto d’anatra alla genziana

Un secondo davvero ricco e sofisticato, perfetto per una cena o un pranzo d’occasione, per una festa o una ricorrenza particolare! Farlo non richiede troppa fatica ma solo un po’ di attenzione e cura, il risultato vi ripagherà completamente della fatica!
Una menzione particolare la facciamo al mio amico Francesco per averci fornito dell’ottima genziana abruzzese che è stata la nota particolare per questa ricetta!

Seguiteci sia su Facebook! Tagliatelle a Colazione che su Instagram! tac_tagliatelleacolazione

Petto d'anatra alla genziana 2

Tempo di preparazione: 2 ore di marinatura + 30 minuti di preparazioni generiche + 20 minuti circa in padella + 8-10 minuti in forno – Difficoltà: difficile

Ingredienti per 4 persone:
4 petti d’anatra di circa 300 g
4 bicchieri di genziana;
4 bicchieri d’acqua;
6-8 bacche di ginepro;
2 foglie di alloro;
2 rametti di rosmarino;
2 cucchiai di aneto secco;
2-3 cucchiaini di miele;
2 spicchi d’aglio;
Sale e pepe

Preparazione:
In una pentola ponete la genziana, l’aneto, il ginepro, l’alloro, l’acqua e un pizzico di sale e portate a bollore. Fate insaporire il tutto per un minuto e spegnete il fuoco. Fate freddare completamente, questa mistura sarà la marinatura dei petti d’anatra.
Quando la marinatura è fredda versatela sui petti d’anatra cercando di tenerli il più possibile ben immersi, ad esempio dentro un sacchetto per il freezer.
Fate riposare il tutto minimo due ore, meglio tutta la notte in frigorifero.
Quando avranno marinato estraete i petti d’anatra, ma tenete la marinata da parte per dopo, e rimuovete con delle pinzette eventuali piume o pelucchi, ma maneggiate i petti con molta delicatezza perché la parte con la pelle e il grasso si rovina facilmente.
In una padella capiente adatta a forno possibilmente, mettete un cucchiaio d’olio, aggiungete l’alloro e il ginepro dalla marinata, il rosmarino e l’aglio. Incidete il lato della pelle con un coltelle praticando delle linee a losanga abbastanza in profondità per arrivare in fondo allo strato di grasso ma non tanto da danneggiare la parte del muscolo.
Quando il fondo di cottura è caldo mettete i petti dal lato della pelle, a fuoco vivace.
Cuocete dal lato della pelle fino a quando il calore non salirà dai lati del petto, noterete che cambia colore, quando è arrivato oltre metà, girate e proseguite dall’altro lato per lo stesso tempo, finché i petti non avranno cambiato colore da entrambi i lati, ci vorranno dai 5 ai 10 minuti per lato, a seconda della pezzatura del petto d’anatra.
Dovrebbe avere un aspetto simile a questo.

Petto anatra cottura 1

Potete accertarvi della cottura tastandola, deve elastica e restituire il colpo, potete anche tastare con la mano destra la mano sinistra nel punto in cui il muscolo del pollice si avvicina all’incavo dell’indice, la tenuta della carne deve essere simile.

Cottura-senza-termometro
Foto tratta dal web

Nel frattempo, scaldate il forno a 200°, quando è caldo, trasferite la pentola in forno per gli ultimi minuti di cottura 8-10 circa.

Petto anatra cottura 2

Tirate fuori petti d’anatra e farli riposare avvolti nella carta stagnola. Nella stessa padella di cottura porre la marinata precedentemente tenuta da parte e far restringere a fiamma vivace per qualche minuto. Prelevate un paio di cucchiai di salsa e stemperateli con un paio di cucchiaini di amido di mais, fate sciogliere bene e rimettete in pentola facendo addensare ancora qualche minuto finché non sarà lucida e abbastanza densa, ma non troppo.
Quando i petti hanno riposato, tagliateli di sbieco e serviteli con la loro salsa di accompagnamento, che potrete servire a parte in una salsiera così che ogni ospite possa servirsi da solo.
Noi abbiamo accompagnato i petti d’anatra con delle patate cotte al forno con la buccia, dorate e croccanti fuori e morbide dentro.
Questo secondo è davvero delizioso e sarà una fantastica proposta per una cena diversa dal solito!

Seguiteci sia su Facebook! Tagliatelle a Colazione che su Instagram! tac_tagliatelleacolazione

Petto d'anatra alla genziana interna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...